CORSI A TARIFFE AGEVOLATE
PER RAGAZZI DAI 16 AI 20 ANNI

Il lavoro di pizzaiolo ad oggi è una delle figure professionali più richieste in Italia ed all’estero.
L’aver frequentato un corso in Italia ed aver ottenuto un attestato di frequenza,  è sicuramente un vantaggio nel proprio curriculum professionale nonchè un passaggio obbligato per capire veramente tutti i processi  lavorativi.
Iscriversi ad un corso, oggi, è darsi una possibilità futura  nei vari settori occupazionali di questa professione;
Pizzerie, Ristoranti, Campeggi, Discoteche, Villaggi turistici, Navi da crociera.

Nella Capitale, ma non solo, le pizzerie e le Pinserie si moltiplicano a ritmi molto alti visto che il flusso di abitanti, turisti e persone di passaggio in città consente di aprire attività commerciali nelle tante zone, sia residenziali che turistiche. Per questo, lavorare come pizzaiolo è sempre possibile, rappresenta un lavoro richiesto che non conosce crisi, ed è anche una possibile fonte di guadagno stagionale in estate, sul litorale.
Anche diventare impresario di se stessi nel settore è ancora possibile grazie ad un ridotto investimento iniziale  per pizzerie da asporto o al taglio e grazie anche alla nostra consulenza e start-up nell’ avviamento di qualsiasi tipo di attività.
Un lavoro che non conosce crisi, riconosce però solo chi è in grado di farlo bene.
Ovvero, chi possiede un’ottima formazione come pizzaiolo e la dimostra ogni giorno o sera, sfornando pizze squisite.

La formazione di un pizzaiolo è lunga e richiede attenzione, precisione e molto studio.
Avere frequentato un corso implica la conoscenza delle terminologie tecniche,  saper utilizzare tutte le apparecchiature professionali , conoscere il perchè accadono determinati processi e saper correggere gli errori o semplicemente  saper agire  per ottenere il  prodotto desiderato.  Queste sono le condizioni necessarie  per potersi  proporre attivamente e seriamente nel mondo del lavoro.
L’ utilizzo di un laboratorio fra i più attrezzati , l’utilizzo di farine selezionate di qualità superiore, avere una conoscenza  delle attrezzature necessarie per svolgere al meglio il proprio mestiere non è più un optional ma una necessità richiesta anche dalle aziende.

Un percorso essenziale per rendere completa la formazione ed agevolare l’allievo all’ingresso nel mondo lavorativo.

UN CAMPIONE MONDIALE COME TUTOR

Il Maestro Maurizio Capodicasa si è specializzato negli impasti a breve e lunga maturazione. Grande esperienza a livello nazionale ed internazionale nella progettazione ed avviamento di pizzerie per pizza in teglia, alla pala, tonda e pinserie con cottura in forno elettrico, a legna e a gas. La sua esperienza e consulenza ha toccato circa 1000 pizzerie tra Italia, Europa e resto del mondo.

Unico professionista in Italia ad aver insegnato in esclusiva per ben 14 anni tecnica, manipolazione e modalità di preparazione della Pinsa® Romana.

Docente A.P.I. Associazione Pizzaioli Italiani – Dal 1994 al 1998
Docente e responsabile per i corsi di Pizza Professionale e amatoriale presso la rinomata scuola di cucina “A Tavola con lo Chef” – Dal 1999 al 2014
Campione Mondiale Pizza in teglia 2012 e Pizza dessert 2012
Consulente e Docente presso la Promo Ter di Roma per i Corsi della Regione Lazio – Dal 2014 al 2015
Membro e Istruttore Master PGM
Membro del CDA e dell’Associazione Originale Pinsa® Romana
Executive Product Supervisor rete Dentro Fuori (Roma)
Collaboratore, promotore, divulgatore e Master formativo nell’Associazione “La Confraternita della Pizza”.
Tra i maggiori esperti e tecnici nel campo della panificazione in generale e della pizza, con particolare riferimento alla Pizza in Teglia alla Romana;
Parte attiva alla creazione del primo disciplinare APITER, per l’Autentica Pizza in Teglia alla Romana.

NOVITÀ

CORSO BASE SERALE PER PIZZAIOLO

per chi vuole imparare il lavoro, ma ha una regolare occupazione diurna, c’è la possibilità di frequentare il corso serale. Il programma di studio del corso tradizionale viene adattato alle esigenze di chi lavora e non ha tempo e modo di seguire i percorsi tradizionali, soprattutto in termini di diluizione nel tempo.




Accetto il trattamento dati (D.Lgs. 196/03)